venerdì 8 agosto 2014

Lorena&Paolo

Quanto mi piace vivere nuove avventure e trovarmi in situazioni sempre diverse. Questo è stato il matrimonio del post di oggi, una bellissima avventura. A cominciare da quando con Emanuele ci siamo messi in viaggio verso Urzulei per le nostre quasi 4 ore di viaggio, con tappa a casa di Cristiana per tè e muffins, e fermata obbligatoria a Tortolì per comprare da qualche parte una camicia per Manu che aveva dimenticato a casa la sua.
Siamo arrivati a Urzulei la sera intorno alle 20, sistemato la nostra roba nel bed&breakfast di signora Caterina e usciti a mangiare una pizza. Appena svegliata sono uscita a guardarmi intorno per vedere il panorama. Non ho potuto fare a meno di sentirmi un po' in vacanza. Eravamo immersi nel verde e tutto sembrava fresco e genuino.
Alle 8 siamo usciti di casa per andare in albergo da Paolo, sulla strada abbiamo dato un passaggio ad un pastore che voleva sdebitarsi offrendoci qualcosa al bar, ma, a nostro rischio e pericolo e a malincuore, abbiamo dovuto rifiutare.
Una volta terminato siamo andati a casa di Lorena e abbiamo iniziato ad assaporare la tensione e l'emozione, il caos dei preparativi, zie e cugine ovunque, anziane signore che sorridevano con occhi lucidi, biscotti e dolci su ogni tavolo. 
Ero in camera con Lorena e le sue "assistenti", ho fotografato i diversi momenti dei preparativi e appreso nuovi riti propiziatori tradizionali sardi.  Quando Lorena è uscita dalla stanza aveva un vero e proprio pubblico pronta ad accoglierla con applausi e lacrime. Ero emozionatissima. Non potevo non farmi coinvolgere da tutti quei visi commossi, da tutte quelle espressioni di gioia, dalla bellezza del viso di una ragazza che sta per sposarsi. 
Il tempo, sereno fino a quel momento, ha dato una svolta particolare alla giornata. Esattamente nel momento in cui tutti sono usciti di casa per andare alle macchine ha iniziato a piovere, piovere seriamente! L'iniziale dispiacere con cui ho affrontato l'imprevisto è stato in breve tempo rimpiazzato da vero divertimento, Lorena non faceva altro che scusarsi per la pioggia (!), tutti ridevano e cercavano riparo dove capitava (io e Manu compresi, rifugiati sotto un alberello) fino a quando siamo poi saliti  in macchina e guidato fino al posto della cerimonia e ricevimento, dove per fortuna splendeva il sole!
Il resto della giornata è stato un susseguirsi di commozione e risate, di cibi e dolci squisiti, di sorrisi e grazie. E la gratitudine è il sentimento principale che ha risvegliato in me questo matrimonio, mi ha fatto materialmente percepire la fortuna che ho nel prendere parte a queste giornate e in generale a svolgere un lavoro con passione, che regala momenti e ricordi fantastici.
Grazie Lorena e Paolo :)









1 commento:

  1. che bel servizio! ci farò un bel pensierino quando arriverà il nostro momento! ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...